17 Aprile 2024

Crediti ECM per Psicologi: quanti sono e come ottenerli

Paolo Aldrighetti

6 minuti

Crediti ECM per psicologi

Cosa sono i crediti ECM?

I crediti ECM (Educazione Continua in Medicina) quantificano e valutano l’impegno speso dai professionisti sanitari, come medici e psicologi, per la loro formazione continua. I crediti ECM si acquisiscono mediante la partecipazione ad attività di formazione per permettere agli operatori che lavorano nel settore sanitario di aggiornare le competenze professionali nel corso della propria carriera. Questo sistema obbligatorio è stato introdotto nel 2002 in base al Decreto Legislativo 502/1992 integrato dal Decreto Legislativo 229/1999 al fine di garantire standard qualitativi elevati nell'assistenza sanitaria attraverso la costante formazione degli operatori del settore. I crediti ECM rappresentano un elemento essenziale nella formazione continua in psicologia, come richiesto dall'Ordine degli Psicologi. Secondo la normativa vigente i crediti ECM sono obbligatori per tutti coloro che svolgono una professione sanitaria e risultano iscritti all’Albo professionale in qualità di dipendenti, ma sono anche richiesti crediti ECM ai liberi professionisti che lavorano in ospedali, università, cliniche o strutture private.

Come funziona la formazione continua in psicologia

Per formazione continua si intende l’idea che nell’arco della carriera lavorativa sia necessario e obbligatorio mantenere un alto livello di competenza. Si tratta di una questione che prima di tutto riguarda il codice deontologico degli psicologi in quanto fa riferimento all’obbligo morale di garantire ai pazienti la cura più efficace possibile. La formazione continua prevede sia l’aggiornamento professionale che la formazione permanente. In una società dove le innovazioni e le scoperte scientifiche producono costanti cambiamenti è necessario garantire che i professionisti rimangano sempre informati sui trattamenti e sulle migliori pratiche nel settore. Per garantire un alto livello di competenza nel loro campo gli psicologi possono partecipare a corsi, seminari, conferenze e altre attività di formazione sia in presenza che attraverso la formazione a distanza (FaD). In questo modo gli psicologi possono acquisire nuove competenze, migliorare le loro capacità cliniche e stare al passo con i cambiamenti nel campo della psicologia. Secondo il Programma Nazionale di ECM spetta alle singole regioni predisporre programmi di formazione su base triennale individuando strumenti e criteri per il riconoscimento dei crediti. La Commissione Nazionale Formazione Continua (CNFC) è stata costituita per la prima volta nel 2000 ed è supportata dall’Agenzia Nazionale per i Servizi Sanitari Regionali (AGENAS) nell’ambito amministrativo e gestionale del programma di ECM. Con l'accordo stipulato dalla Conferenza permanente per i rapporti tra Stato e Regioni del 2007 sono stati anche regolamentati:

  • gli obiettivi della formazione;
  • le tipologie di attività di formazione a distanza e quelle realizzate all’estero;
  • il sistema di valutazione della qualità del sistema formativo in ambito sanitario.

Obbligo dei crediti ECM

L'obbligo dei crediti ECM è sancito dalla normativa vigente che segue una cadenza triennale. A partire dal 2009 è stato introdotto a livello nazionale il Consorzio Gestione Anagrafica Professioni Sanitarie (Co.Ge.A.P.S.). Si tratta di un organismo che permette di gestire la certificazione dei crediti ECM e il loro monitoraggio da parte del professionista. L’obbligo della formazione continua per i lavoratori del settore sanitario prevede che tutti gli operatori sanitari acquisiscano un determinato numero di crediti partecipando regolarmente a programmi di formazione continua. Questo obbligo è fondamentale per garantire che i professionisti forniscano ai pazienti le migliori cure possibili. Le attività di formazione vengono predisposte da Enti che hanno ottenuto l’accreditamento come provider secondo le linee guida indicate in appositi decreti ma possono essere svolte anche con modalità di autoformazione. Con le Delibere della Commissione Nazionale per la formazione continua del 2016 è inoltre stato stabilito il criterio della flessibilità nell’acquisizione dei crediti ECM. Ciò comporta che i professionisti sanitari possono assolvere l’obbligo di formazione con percentuali annuali diverse a seconda della necessità di completamento del fabbisogno formativo. Per quanto riguarda il triennio precedente 2020-2022 è stata consentita una proroga di un anno per ultimare il conseguimento dei crediti per l’obbligo di formazione. Inoltre con il recente Decreto attuativo 232 del 2023 si definisce lo stretto legame tra le coperture assicurative per i professionisti sanitari e i crediti ECM. In particolare si stabilisce che entro il 2026 solo i professionisti che hanno svolto almeno il 70% del loro obbligo formativo potranno avere la copertura assicurativa ed essere in questo modo tutelati in caso di contenzioso a loro carico. Le Conferenze permanenti per i rapporti tra lo Stato e le Regioni deliberano numerosi accordi che definiscono le modalità di coordinamento delle rispettive competenze in campo sanitario. Ad esempio un accordo siglato nel 2001 tra il Ministro della salute e le Regioni ha definito le finalità di utilizzo delle somme stanziate per finanziare l'acquisto di attrezzature per i centri interregionali dei trapianti.

Quanti sono i crediti ECM e come ottenerli

I crediti ECM devono essere obbligatoriamente conseguiti dal professionista a partire dal primo gennaio dell’anno successivo rispetto alla data di iscrizione all’Albo professionale. Ciò comporta che qualsiasi attività formativa svolta in precedenza non potrà valere per il triennio di riferimento. La CNFC ha deliberato l’obbligo di formazione continua ECM per gli psicologi liberi professionisti a decorrere dal triennio 2020-2022. Il sistema dei crediti prevede che questi siano assegnati in base alla durata e alla tipologia dell'attività formativa. Ad esempio i crediti ECM per la frequenza di un corso di formazione di una giornata saranno inferiori rispetto a quelli che si ottengono partecipando ad un seminario della durata di più giorni. Per ottenere i crediti ECM per gli psicologi ci sono varie modalità:

  • attività di formazione organizzate dai provider accreditati: si tratta di corsi di aggiornamento che si svolgono in presenza oppure attività di formazione a distanza. La documentazione relativa all’acquisizione dei crediti ECM da parte del professionista che ha completato i corsi viene trasmessa automaticamente dal provider al Co.Ge.A.P.S. entro 90 giorni dalla conclusione dell’attività;
  • attività di formazione individuale: sono tutte quelle attività che il singolo professionista decide di svolgere in autonomia come ad esempio attività di ricerca scientifica o di formazione all’estero. Queste attività non sono erogate da provider e quindi sarà cura del professionista caricarle sul portale Co.Ge.A.P.S. Scopri i migliori libri per crediti ECM da psicologi.

Quali sono le attività non ECM?

Ci sono numerose tipologie di formazione individuale che permettono di conseguire crediti ECM anche quando non sono erogate da provider accreditati come ad esempio il tutoraggio e altre modalità di autoformazione descritte sopra. Esistono però anche una serie di attività che non danno luogo a crediti ECM a meno che non soddisfino determinati criteri definiti dalle autorità competenti. Dunque bisogna prestare attenzione al fatto che non tutte le attività di formazione svolte dagli psicologi permettono di avere crediti ECM. Ad esempio svolgere ore di docenza presso un corso universitario non fa maturare crediti ECM mentre invece si ottengono crediti ECM quando si insegna oppure si svolge il ruolo di relatore in un corso accreditato ECM. Generalmente non danno crediti ECM nè la partecipazione a riunioni di gruppi di lavoro nè la lettura di articoli scientifici anche se inerenti alle proprie attività professionali. Per avere maggiori informazioni su quali siano le attività non ECM è consigliabile tenersi aggiornati attraverso il sito dell'Ordine degli Psicologi.

I crediti ECM nel triennio 2023-2025

Il Consiglio Nazionale dell'Ordine degli Psicologi ha comunicato l'obbligo di conseguire 150 crediti ECM nel triennio 2023-2025 per tutti i professionisti tranne che per coloro che hanno diritto ad eventuali esoneri, esenzioni o riduzioni previsti dalla CNFC. E’ importante ricordare che:

  • l’ammontare delle ore di attività svolte con modalità di autoformazione non può superare il 20% dell’obbligo formativo triennale quindi non potrà essere superiore a complessivi 30 crediti ECM per il triennio considerato;
  • vige il principio della flessibilità per cui non è obbligatorio suddividere il totale dei crediti per ciascun anno ma ciò che conta è conseguire tutti i crediti ECM richiesti entro il termine del triennio.

Per ottenere un bonus di crediti ECM si può anche compilare il Dossier Formativo Individuale che consiste nella costruzione di un profilo di formazione prevista dal professionista nell'arco del triennio. Per ottenere un bonus di 30 crediti ECM è necessario realizzare un dossier che sia coerente con la professione di psicologo e che ci sia almeno il 70% di congruenza tra il dossier programmato e le attività effettivamente svolte. La sola costruzione del dossier formativo individuale dà già diritto ad ottenere i primi 10 crediti ECM mentre la restante parte di bonus di 20 crediti formativi viene attribuita nel triennio seguente a patto che sia rispettato il principio di congruenza tra le attività previste nel dossier e quelle realizzate. Per effettuare la compilazione del dossier formativo è necessario accedere al portale del Co.Ge.A.P.S. con le proprie credenziali. Il professionista dovrà specificare nel proprio dossier la percentuale di attività che intende svolgere durante il triennio in base agli obiettivi formativi che sono suddivisi in:

  • obiettivi tecnico-professionali;
  • obiettivi di processo;
  • obiettivi di sistema.



Lo psicologo in questo modo può monitorare in qualsiasi momento i propri crediti formativi e la realizzazione degli obiettivi del dossier. C'è anche la possibilità per una sola volta all'anno di cambiare gli obiettivi individuati nel dossier per adattarli ad eventuali nuovi incarichi sopraggiunti o se dovessero sorgere esigenze di formazione che non erano state previste in anticipo.Sanzioni ed esoneri dai crediti ECMIl mancato conseguimento dei crediti ECM per gli psicologi può comportare sanzioni disciplinari da parte degli ordini professionali e delle associazioni di categoria che possono emanare provvedimenti che disciplinano l’assolvimento dell’obbligo formativo. Con l'accordo Stato Regioni del 2017 in materia di formazione continua nel settore della salute all'art.5 si sostanzia come la violazione dell'obbligo di formazione continua possa determinare un illecito sanzionabile dall'ordinamento professionale. La Legge 3/2018 con cui si disciplinano le professioni sanitarie determina che spetta agli Ordini professionali e alle rispettive Federazioni Nazionali nella loro autonomia vigilare sugli iscritti al proprio albo di appartenenza in merito ai requisiti dell'obbligatorietà della formazione continua. Esistono anche situazioni in cui i professionisti sanitari possono essere esonerati o esenti dall'obbligo dei crediti ECM. La richiesta di esonero o di esenzione deve essere effettuata online sul portale del Co.Ge.A.P.S. e validata dal rispettivo Ordine Professionale a cui il professionista è iscritto:

  • possono richiedere l'esonero coloro che stanno frequentando corsi di laurea, di specializzazione, master universitari di primo e secondo livello, corsi di formazione manageriale, dottorati di ricerca. Sono validi anche i corsi per il rilascio dell'attestato di micologo e per l'esercizio di agopuntura, fitoterapia e omeopatia. Ad esempio per quanto riguarda gli psicologi sono esonerati coloro che frequentano scuole di psicoterapia. Durante il periodo di svolgimento dell’attività di formazione non si ricevono crediti ECM ma si è esonerati dal conseguire l’intero ammontare dei crediti richiesti per il triennio in corso;
  • possono richiedere l'esenzione coloro che hanno situazioni personali o familiari che impediscono l’assolvimento dell’obbligo formativo come nel caso del congedo di maternità o paternità, l’adozione, l’assistenza a figli portatori di handicap, la presenza di gravi patologie o in seguito alla richiesta di aspettativa per l’affidamento di incarichi pubblici o di direzione sanitaria aziendale. Sono anche esonerati tutti i professionisti sanitari impegnati in missioni umanitarie all'estero o che collaborano nel campo della cooperazione internazionale. In tutti questi casi l’esenzione permette la sospensione temporanea dall’obbligo di conseguire i crediti ECM durante il triennio.



Dove controllare i crediti ECM?Gli psicologi possono controllare e verificare i propri crediti ECM attraverso la piattaforma Co.Ge.A.P.S. che gestisce l’anagrafica dei crediti ECM di tutti i professionisti sanitari. Questa piattaforma online consente di tenere traccia del proprio progresso formativo, verificare lo stato di validità dei crediti accumulati e di avere informazioni su crediti erogati dai vari provider. All'interno della piattaforma c'è un'area riservata a cui si accede tramite SPID o CIE chiamata myECM dove il professionista psicologo può verificare l'ammontare dei crediti E.C.M., l'eventuale debito formativo e dove può fare richiesta di esenzione o esonero dall'obbligo dei crediti ECM. Esiste anche un'applicazione del Co.Ge.A.P.S. scaricabile su smartphone o tablet per consentire una semplificazione dell'accesso da parte degli utenti.L'Ordine degli Psicologi e i crediti ECML'Ordine degli Psicologi svolge un ruolo fondamentale nel monitoraggio e nella gestione dei crediti ECM per i professionisti iscritti. Il Consiglio Nazionale dell'Ordine degli Psicologi suggerisce alle iscritte e agli iscritti di leggere con attenzione il Manuale sulla formazione continua del professionista sanitario che contiene la disciplina nazionale ECM stabilita dalla CNFC. L'Ente Nazionale di Previdenza e Assistenza Psicologi (ENPAP) determina per ciascun anno solare i criteri per ottenere un contributo economico per la formazione dei propri iscritti. La borsa di studio permette agli psicologi iscritti all'ENPAP di partecipare a master, scuole di specializzazione o corsi inerenti la professione di psicologo per migliorare le proprie competenze professionali e rimanere aggiornati sugli sviluppi del proprio settore lavorativo.

Perché affidarsi a professionisti aggiornati

Quando una persona decide di intraprendere un percorso psicoterapeutico può trovarsi di fronte alla difficoltà di come scegliere lo psicologo adeguato alle proprie esigenze. Come abbiamo visto finora è molto importante che i professionisti siano sempre aggiornati sulle nuove tecniche di cura e sui più recenti modelli teorici che vengono proposti a partire dalle scoperte scientifiche del settore. La salute mentale è un argomento molto delicato e complesso che richiede una costante formazione da parte di chi lavora in questo ambito. Per questo motivo tra gli elementi più importanti da tenere in considerazione per scegliere lo psicoterapeuta più adatto è la sua approfondita formazione. Serenis offre la possibilità di entrare in contatto con esperti della salute mentale che si tengono in costante aggiornamento per garantire alle pazienti e ai pazienti un servizio di supporto psicologico in linea con gli sviluppi più recenti della clinica. Affidarsi a psicoterapeuti e psicoterapeute con una formazione consolidata e continua è una garanzia di serietà in linea con i principi del codice deontologico degli psicologi.

Fonti:

  • https://www.psy.it/formazione-continua/;
  • https://www.agenas.gov.it/;
  • https://www.enpap.it/;
  • https://www.psy.it/formazione-continua/accesso-del-professionista-al-portale-cogeaps/.

Autore

Paolo Aldrighetti

Senior Growth Manager

Approccio:

Titolo di studio

Master of Science in Business Administration

Descrizione

Sono laureato in Economia e Legge all'Università Cattolica del Sacro Cuore, e ho conseguito un Master Degree in Business Administration alla Grenoble Ecole de Management. Sono esperto di tematiche burocratiche nel mondo della psicologia e non solo.

Ricevi le ultime notizie, le novità e le scadenze da non perdere per i professionisti della salute mentale.

Inserisci qui il tuo indirizzo e-mail

Raccogliamo ed elaboriamo i tuoi dati personali per poterti inviare aggiornamenti sui nostri prodotti e sul settore. Per avere più info su, leggi qui.

Thank you! Your submission has been received!
Oops! Something went wrong while submitting the form.